Secondo i dati della quinta edizione dello European Cardiovascular Disease Statistics, in Europa oltre 80 milioni di persone sono affette da malattie cardiovascolari (il 52% donne e il 48% uomini). Queste malattie sono responsabili di 3,9 milioni di decessi annui, ovvero il 45% di tutte le cause di morte1. Questi disturbi, che interessano il cuore e i vasi sanguigni, possono manifestarsi in diverse forme e richiedono approcci terapeutici mirati. In questo articolo, vedremo le varie tipologie di malattie cardiovascolari, i loro sintomi, le cause, e i trattamenti più efficaci, mettendo in luce l’importanza di una gestione integrata che includa, oltre alle terapie convenzionali, l’utilizzo di integratori cardiovascolari come supporto alla salute del cuore.

Cos’è una malattia cardiovascolare?

Le malattie cardiovascolari comprendono un ampio spettro di patologie che possono interessare il cuore e i vasi sanguigni. Tra le principali troviamo:

  • patologie cerebrovascolari (ad esempio ictus e attacchi ischemici transitori);
  • insufficienza cardiaca;
  • aneurisma aortico;
  • cardiopatia ischemica, con rischio di angina o infarto miocardico;
  • aterosclerosi dei principali vasi arteriosi;
  • cardiomiopatie e canalopatie su base genetica;
  • cardiopatie ipertrofica da ipertensione arteriosa;
  • malattie del cuore destro e ipertensione polmonare;
  • malattie congenite, degenerative o infiammatorie delle valvole cardiache;
  • endocarditi e pericarditi su base immunologica o infettiva;
  • aritmie cardiache ipercinetiche e ipocinetiche.

Questi disturbi possono avere conseguenze gravi, inclusa la morte, se non diagnosticati e trattati tempestivamente.

Sintomi comuni e diagnosi

La prevenzione delle malattie cardiovascolari gioca un ruolo chiave nella riduzione dell’incidenza di queste patologie. È essenziale intervenire sui fattori di rischio modificabili, come:

  • Ipertensione
  • Diabete
  • Aumento del colesterolo e/o dei trigliceridi
  • Obesità
  • Fumo di sigarette
  • Sedentarietà
  • Disturbi del sonno e alterazioni respiratorie nel sonno

Oltre alla correzione di questi fattori di rischio, è importante che ciascuno sia in grado di identificare i sintomi più comuni delle malattie cardiovascolari, che includono:

  • Palpitazioni: sensazione di battito cardiaco accelerato o irregolare.
  • Dolori al torace: dolore o disagio nella zona toracica, che può irradiarsi ad altre parti del corpo.
  • Ipotensione ortostatica e svenimenti: calo della pressione sanguigna all’alzarsi in piedi, che può portare a svenimenti.
  • Sudorazione notturna: eccessiva sudorazione durante la notte senza una causa apparente.
  • Vertigini: Sensazione di testa leggera o giramento.
  • Gonfiore alle gambe: accumulo di liquidi nelle gambe, che può essere segno di problemi di circolazione.
  • Difficoltà di respirazione: dispnea da sforzo, a riposo o notturna, ovvero difficoltà a respirare in diverse circostanze.
  • Astenia: senso di debolezza o affaticamento generalizzato.
  • Riscontro di valori pressori elevati: nel caso di misurazioni occasionali, valori pressori più alti del normale possono indicare problemi cardiovascolari.

Trattamenti efficaci per le malattie cardiovascolari

La gestione delle malattie cardiovascolari richiede un approccio multifattoriale che include modifiche dello stile di vita, farmacoterapia, e in alcuni casi, interventi chirurgici.

Modifiche dello stile di vita

Le modifiche dello stile di vita rappresentano il primo passo nel trattamento delle malattie cardiovascolari. Queste includono una dieta equilibrata, attività fisica regolare, smettere di fumare, e mantenere un peso sano. Questi cambiamenti possono ridurre significativamente il rischio di sviluppare ulteriori complicazioni.

Farmacoterapia

La farmacoterapia gioca un ruolo cruciale nella gestione delle malattie cardiovascolari. I farmaci utilizzati possono includere agenti antiipertensivi, anticoagulanti, antiaggreganti piastrinici, e statine. La scelta del farmaco dipende dal tipo di malattia cardiovascolare e dalle condizioni specifiche del paziente.

Supporto con integratori cardiovascolari

Gli integratori cardiovascolari, come Stenovit, possono offrire un ulteriore supporto nella gestione delle malattie cardiovascolari. Questi integratori sono formulati per supportare la salute del cuore e migliorare la circolazione sanguigna, e possono essere un valido complemento alle terapie tradizionali.

Stenovit rappresenta un supplemento nutrizionale pensato per il benessere del sistema cardiovascolare. Questo prodotto si rivela particolarmente efficace nel mitigare l’impatto dello stress ossidativo e nel preservare l’integrità delle cellule endoteliali. La formula di Stenovit si distingue per l’inclusione mirata di selenio, L-cisteina, zinco, coenzima Q10, bioflavonoidi, e vitamine A, B6, C, e E, risultando in una miscela equilibrata ed efficace. L’integratore, formulato e sviluppato da Cor.Con. International, è sottoposto a test clinici che esercita un’azione mirata sulle cellule endoteliali grazie alla sua composizione esclusiva.

Conclusioni

Le malattie cardiovascolari richiedono una gestione attenta e integrata che includa modifiche dello stile di vita, la farmacoterapia e l’uso di integratori specifici per il cuore. È fondamentale consultare un medico per una diagnosi accurata e per sviluppare un piano di trattamento personalizzato che tenga conto delle esigenze individuali del paziente. Con il giusto approccio, è possibile gestire efficacemente queste patologie e migliorare significativamente la qualità di vita delle persone affette.


References

1.         Dati sulle malattie cardiovascolari, Giornata mondiale per il cuore. https://www.salute.gov.it/portale/alleanzaCardioCerebrovascolari/dettaglioNotizieAlleanzaCardioCerebrovascolari.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=5613